Real Time

Real Time Marketing e il Tempismo nei Social

In Comunicazione, Engagement, Marketing, Social Media, Strategia by Walter PanzarellaLeave a Comment

In altri articoli abbiamo parlato di Social Network e Tone of Voice e relativi consigli sui contenuti, per questo motivo in questo vi proponiamo una strategia legata ai contenuti in tempo reale, il Real Time Marketing o RTM.

Cos’è il Real time Marketing?

Partiamo dalla base, il RTM è una strategia di comunicazione che sfrutta degli eventi più o meno virali o dei quali si parla molto. Ad esempio, quando è stata lanciata l’acqua di Chiara Ferragni e molti Brand hanno cavalcato l’onda con azioni più o meno ironiche e argute.

EVIAN PARODIA          Evian fERRAGNI

A cosa dovrebbe portarci questa strategia ?

A sfruttare il Buzz (ronzio/interesse) creato da altri per ottenere visibilità e consenso.

Molti pensano che il RTM non sia una strategia ma semplicemente detto in maniera volgare “una botta di culo”.

Quell’azienda ha un bravo creativo, sono pieni di soldi, hanno avuto un’idea geniale sul prodotto di un’altro ecc ecc. Ciò non è totalmente esatto, sicuramente, ci vogliono anche alcuni dei requisiti sopra elencati.

Questa strategia prima di tutto si divide in due branche: il Real time che viene pianificato e quello non pianificato. La domanda sorge spontanea, come si fa a pianificare una cosa che avviene in tempo reale? Lo vediamo subito…

Come viene pianificato il Real Time ?

Ci sono eventi, come ad esempio una partita di calcio, che possono suscitare un forte Buzz. Chi fa questo mestiere ed è consapevole delle potenzialità dell’evento potrebbe pianificare già in anticipo la creazione di un post inerente il risultato finale. Creando dei contenuti differenti sulla base di come il risultato potrebbe condizionare l’evento e pubblicando alla fine solo quello adatto.

Vediamo un esempio Ikea?

ikea-ventura

Chi non si ricorda Italia-Svezia di qualche tempo fa, in cui il discusso tecnico azzurro, Giampiero Ventura, fu allontanato dalla panchina della nazionale in seguito alla partita. In quello stesso periodo Ikea stava uscendo con la sua collezione estiva, la Summer, che prevede la nota panchina Applaro. In più i rumors dell’esonero di Ventura in caso di fallimento erano nell’aria. Pensi ancora che questa azione non è stata pianificata?

Però esiste anche il RTM spontaneo…

Real Time Marketing Spontaneo, come si crea la magia?

Richiede un sacco di creatività e tempismo, dato che il RTM deve essere sviluppato e messo online nell’arco di 24-48h se si intende cavalcare l’onda.

Memo: Per trovare le tendenze del momento sfrutta Twitter per capire quali argomenti sono di tendenza in quelle ore.

Per fare un esempio concreto, quando nel 2013 Guido Barilla, patron dell’omonimo marchio, dichiarò in diretta radiofonica che non avrebbe mai scelto una coppia gay per un suo spot pubblicitario fece un enorme passo falso. La concorrenza ne approfittò subito, ingaggiando diverse campagne virali di real time marketing per portare via fette di mercato all’azienda produttrice di pasta più famosa del mondo.

o-GARAFALO-570

Quali sono i vantaggi del RTM ?

Leopardi recitava:”Chi sa far ridere è padrone del mondo.” Nell’ambito dei social chi sa far ridere migliora l’esperienza degli utenti, che sono così maggiormente predisposti a seguire la pagina. Inoltre, più sarai in grado di essere acuto o simpatico più probabilmente sarai virale, raggiungendo nuovi utenti. Molti dei tuoi utenti si fidelizzeranno alla tua pagina, magari diventando addirittura dei Brand advocates.

Cosa fare e cosa non fare nel RTM?

  • Fai prima un’analisi rigorosa del messaggio da veicolare, del tuo brand e del target a cui ti rivolgi;
  • Pianifica i tuoi contenuti social, cercando di anticipare eventuali avvenimenti;
  • Non strafare! Non tutti gli avvenimenti sono adeguati per del Real Time Marketing, quindi prima di buttarti pensaci, onde evitare situazioni che possano portare a situazioni di  Crisis Management (uno degli argomenti affrontati nei prossimi articoli);
  • Utilizza sempre la regola del buon senso, NON SI UTILIZZA UN EVENTO DRAMMATICO PER FARE PUBBLICITÀ (Catastrofi, Terrorismo, etc.);
  • Ricordati sempre che non solo il testo è importante, anche attraverso le immagini che posti stai raccontando una storia, una storia legata al tuo prodotto e alla tua community.
Se l’articolo ti è piaciuto inviaci nei commenti i casi di Real Time marketing che più ti hanno colpito!
Ricordati di non perdere il prossimo articolo del nostro Blog per rimanere sempre un pò Real Time, o come diremmo noi: sul pezzo!